Makoto Nagano

A volte, cioè sempre, mi lascio coinvolgere nelle cose che mi piacciono che mi prendono così tanto che come un bambino di 3 anni mi immedesimo così tanto nella parte che ora credo di essere Makoto Nagano. La domanda sorge spontanea, e chi è Makoto Nagano? Presto spiegato. GXT è un canale di SKY che trasmette cose particolari, tra cui la trasmissione giapponese Ninja Warrior che è la versione seria ri Takeshi Castle (Mai dire Banzai). In questa tenzone che dal 1997 si svolge circa due volte all’anno, si sfidano atleti famosi, gente comune, commedianti, personaggi famosi e i veri Ninja, quelli che si allenano tutto l’anno solo per partecipare alla competizione. Ci sono 3 stage, i primi 2 a tempo ed uno stage finale dove occorre superare prove di forza e abilità. Kazuhiko Akiyama (massaggiatore) è stato il primo a completare il Sasuke, Makoto Nagano (pescatore) è il secondo e per il momento ultimo, ad aver compiuto l’impresa ma c’era arrivato vicino così tante volte che è diventato un mito. Passa metà della sua vita in mare e l’altra metà ad allenarsi per la gara, ha un fisico straordinario ed è un piacere vederlo all’opera. Toshihiro Takeda (pompiere), Shingo Yamamoto (ha un distributore di benzina) è arrivato a soli 3 metri dal goal senza riuscire a schiacciare il tasto in tempo, anche Katsumi Yamada è arrivato molto vicino al traguardo senza riuscire a vincere. Cosa dire di più… chiamatemi Makoto!

Annunci

I’m a Guitar Hero!

Da “giovane” suonavo in un gruppo, per un periodo anche in due! La musica è sempre stata molto importante nella mia vita, ora continuo ad ascoltarla ma avevo smesso di suonare, ma ora non più! Ora suono di nuovo, scatenandomi sul palco come una belva, ho una Gibson Les Paul bianca ed una Kramer nera che alterno nei miei concerti che a volte si svolgono con la Wii, a volte con la PS2… siii! Guitar Hero! Grande gioco! Non tutte le scelte sono condivisibili ma molte sono da strapparsi i capelli, come i Boston, i Kansas, Slow Ride di Foghat… insomma, dopo 3 canzoni sono già strasudato! Dopo avere acquistato il terzo episodio per Wii, non ho potuto resistere ed ho comperato anche i primi 3 per PS2 che non sarebbero mai usciti per la piattaforma Nintendo. Non è chiaramente la stessa cosa che suonare live , ma il gioco acchiappa e la simulazione rende molto bene. Il livello medio, quello dove si usano 4 dei 5 tasti è il massimo che raggiungerò, non miro ai record ma a divertirmi suonando, seppur virtuale, un gran bello sfogo. Guardatevi il sito della community x farvi un’idea della malattia che c’è dietro questo gioco… ah , dimenticavo, le chitarre… Wireless!

I Love CROCS!


Allora fu amore a prima vista… correva l’anno 2005, ero a San Francisco all’interno di un incredibile negozio, The Sport Basement, dove c’è di tutto a prezzi molto convenienti e mentre provavo delle scarpe da trekking, ecco che le vidi, belle, azzurre, quello che avevo sempre sognato per i miei piedi, per soli 25 dollari le avrei avute… Abbandonati gli scarponi provai il paio di CROCS più grandi disponibili, “sono un po’ strettine” pensai, ma erano così belle che me le misi sottobraccio e le portai a casa. Purtroppo quell’XL era da donna e mi rimaneva fuori un pezzo di tallone e così nell’anno 2006 stesso luogo del delitto dell’anno prima si consumò nuovamente il mio atto d’amore, un XL da masculo. Da quel paio ne sono seguiti altri ed altri ne seguiranno, perchè vi chiederete voi? Perchè, vi rispondo io, mode a parte, le CROCS sono la cosa più comoda, più morbida e più igenica dove io abbia posato i piedi, se non abitassi in italia ma in qualunque altro paese civilizzato le porterei estate ed inverno, non me ne separerei mai, ma purtroppo siamo in italia dove il conformismo impera, dove se qualcuno è diverso viene evitato ma a me poco me ne importa, e se una cosa mi fa stare bene la faccio al di la dell’opinione altrui, quindi sto bene con la mia famiglia, il mio zaino e le mie crocs, per il resto… beccatevi questo slogan pubblicitario.

Perchè Crocs?
Motivo n.1: niente è più morbido o confortevole
Motivo n.2: come non averle (meno di 170 grammi!)
Motivo n.3: buchi per la ventilazione dell’aria che mantengono i tuoi piedi freschi e a proprio agio
Motivo n.4: non lasciano segni per terra
Motivo n.5: resistenti a batteri e odori per far felici i tuoi amici!
Motivo n.6: all’ultima moda, stile italiano con il supporto di una suola modellata
Motivo n.7: anti-scivolo Motivo
n.8: possono essere sterilizzate in acqua e candeggina
Motivo n. 9: facili da mantenere
Motivo n.10: acqua e sabbia passa facilmente attraverso i buchi ( forza, prova ad attraversare quel fiume!!)